Intervista a Daniele Gaggiolini istruttore GDMI a Pesaro

  • Daniele Gaggiolini

    Nome istruttore

  • Pesaro

    Centro GDM

  • Facebook

    Clicca per andare sulla pagina

  • 349 4455228

    Contatta l'istruttore

Perché hai scelto di diventare un istruttore per GDMI

La mia scelta è stata per fare una crescita personale , visto che sono stato sempre atleta , ho voluto dare una completezza alla mia persona , poi mi è piaciuta da subito la condivisione che c’è nel gruppo GDMi, ti fa tirare fuori di più la tua personalità.


Quale aspetto ti piace di più del metodo GDM?

L’aspetto più bello e che ci si allena per superare i nostri limiti e diventare più resistenti, però il bello e facendolo in squadra ,non c’è competizione tra noi ma con noi stessi

Di cosa ti occupavi prima di diventare istruttore GDMI?

Prima non ho mai avuto proprio a che fare a livello di istruttore, però ho sempre avuto la propensione allo sport e anche in gruppo, avendo fatto parecchie discipline

Come si diventa istruttori GDM?

Io ho fatto la selezione istruttori un po’ senza programmarlo, l’anno scorso facevano le selezioni in spiaggia a Senigallia, sono andato come atleta, poi quando ero lì ho deciso sul momento, ho fatto la selezione e l’ho passata con grande grinta . Poi fatto quel passo ,mi hanno chiesto i miei capo istruttori se volevo fare il corso per diventare istruttore, e alla fine mi sono convinto e l’ho fatto, un corso di 10-11 giorno no stop, grande esperienza che vale veramente, ti tira fuori il tuo carisma e carattere, grande crescita personale, poi mi hanno fatto decidere dove si voleva aprire il proprio centro e mi sono messo in gioco e sono partito.


Che tipologia di persone partecipa ai vostri allenamenti?

Le persone che partecipano alle lezioni hanno varie età che può essere dal 12 -13 fino ai 50-60 ecc , le persone che continuano a venire sono persone grintose e volenterose, anche perché sennò non si riesce ad arrivare da nessuna parte, gente che gli piace volersi bene , sfogarsi ed essere costanti che e la parte fondamentale a non mollare.

I vostri allenamenti sono davvero adatti a tutti?

Si gli allenamenti sono adatti a tutti , nel senso che ogni persona che viene inizia e fa quello che riesce in base alla sua condizione fisica ,si fa un passo alla volta, non c’è nessuno che dice qualcosa , ognuno deve migliorarsi per se stesso, quindi si e assolutamente adatto a tutti senza pretese e differenze.

I vostri allenamenti sono adatti anche a chi vuole perdere solo peso?

Il nostro allenamento e molto allenante perché va ad allenare tutte le catene cinetiche del corpo che variano della dinamica e statica cioè isometria cardiovascolare e polmonare. Si lavora tanto con la parte delle gambe per poi passare alla parte superiore spalle braccia schiena addome e glutei, quindi si aiuta tanto anche chi deve perdere grasso adiposo e migliora la circolazione e la postura. Gente che ho portato,dopo in po’ di tempo , impegnandosi e con costanza si sono visti perdere diversi kg

Come si svolge un allenamento?

L’allenamento parte con un riscaldamento che consiste dal saluto militare a 100 poi si fa corsa sul posto e poi lo skip. Dopo di che, si passa alla parte delle gambe con piegamenti sulle gambe , poi si fanno altri 3-4 esserci di gambe che variano da saltelli esplosioni di gambe ecc poi si passa alla parte superiore spalle braccia addome schiena e così via per poi ritornare alla parte delle gambe, con lo spacca gambe , poi si finisce come si è iniziato con il saluto militare a 100

Ginnastica Militare: cosa c’è esattamente di Militare?

Di militare si intende che c’è una sorta di comandi dati da noi istruttori che riprende la metodologia della caserma dell’esercito, infatti la nostra disciplina la usano anche loro e una questione di fare e seguire gli esercizi in base ai nostri ritmi e comandi.

Raccontaci un aneddoto accaduto durante i vostri allenamenti

Durante gli allenamenti c’è di bello che anche mentre si fa faticare le persone, si riesce a fare sorridere le persone ,perché si nota la soddisfazione ogni volta che si arriva alla fine di un allenamento, si può correggere e anche fare qualche battuta sempre lavorando intensamente.

C’è mai stato un episodio particolare che ti ha reso orgoglioso di essere un istruttore GDM?

Mi ha dato più volte soddisfazione vedere crescere a mano a mano persone che all’inizio si scoraggiavano e pensavano di non riuscire, poi invece un po’, alla volta sono diventati sempre più allenati e riuscire sempre di più a fare esercizi più complessi, e farti i complimenti, e vederli cambiare prima mentalmente e poi fisicamente.

Domanda libera

Non abbiate paura di mettervi in gioco senza neanche provarci e farvi delle idee da soli nella vostra mente, tutto è possibile ,basta agire e avere cura di se stessi.